sabato 6 aprile 2013

Panini alle olive ricoperti di sesamo...e vite di talenti...



Mi chiederete come possano essere legati dei panini ai talenti..in realtà non è un ragionamento intuitivo ma è in tema con questo mio sabato pomeriggio, partito con l’impastare farina, lievito ed acqua per ricavarne panini, e poi trascorso a chiacchierare piacevolmente con la mamma di un’amichetta di Laura.
Mentre le bimbe erano a giocare ci siamo sedute in salotto ed in un attimo ci siamo ritrovate a raccontare le nostre gravidanze, le nostre giornate passate a lottare tra il lavoro e la famiglia, a quanto suo marito ed il mio compagno si rassomiglino quando dobbiamo partire per stare più giorni lontano da casa per motivi di lavoro.
Ma la cosa che più mi ha messo di buon umore è stata la sua storia...... il suo racconto è cominciato con quando cinque anni fa, perdendo il proprio lavoro, abbia cambiato completamente strada intraprendendo un’avventura seguendo il proprio intuito, la propria passione, sfruttando il proprio talento di saper dipingere.
Mi ha raccontato gli inizi, quando le sue clienti erano soltanto tre e quindi tutti le consigliavano di lasciar perdere. Passo dopo passo ci ha creduto, ha partecipato a diversi concorsi che ha vinto l’uno dopo l’altro, ha creduto nel proprio talento, ha fatto passi che richiedono molto più tempo dei trascorsi cinque anni per arrivare dove è oggi....oggi è una donna che ha un’ attività in proprio con una clientela numerosa, è un’insegnante che tiene corsi per insegnare quello che sa fare, partecipa ancora ai concorsi ed è riuscita a pubblicare per due anni di seguito un suo lavoro sulla rivista più rinomata nel suo settore.
Quando mi parlava aveva un fuoco speciale dentro, una bella luce negli occhi, ed ora ancora progetta... mi ha parlato delle sue future mosse perchè il suo lavoro possa diventare sempre più di qualità.
Queste sono le donne di cui vado fiera, donne che arrivano stremate a fine giornata ma ancora pensano a come migliorarsi perchè spinte dal fatto di essere felici di aver intrapreso la giusta strada...
A volte però, da donne mamme, ci si sente un pò in colpa perchè ci si accorge che non si sta più lavorando solo per guadagnare ma anche perchè si è raggiunta una propria grande, immensa soddisfazione personale....occorre pensare che non c’è niente di male, non si è meno donna o meno mamma, si è una donna ed una mamma più soddisfatta e più felice e quindi un ottimo esempio per i propri figli!!!
Vabbè, vabbè..mi son persa anche oggi dietro un racconto, ma questi panini???
Il sabato pomeriggio, soprattutto in inverno quando dfficilmente si esce di casa, dopo aver messo a posto la cucina, impasto sempre un pò di pasta per pizze....per accendere il forno e riscaldare casa, per fare delle pizze per cena....ed oggi avevo pensato di ricavarci anche dei panini per il pranzo domenicale, ma ripieni alle olive e con semini di sesamo...perchè fossero più gustosi anche con l’antipasto.
Poi questa storia mi ha messo di buon umore e quindi son sicura che i panini saranno venuti buonissimi....


Ingredienti:
Con 500 g di farina ci ho ricavato due pizze tonde e sette panini, altrimenti ne sarebbero venuti fuori una ventina di soli panini.

500 gr. farina 00
1 bustina lievito birra disidratato
1 cucchiaio raso di sale
1 cucchiaio raso di zucchero
Acqua q.b. (circa 250ml) per ottenere il panetto da mettere a lievitare in un posto caldo.
15 olive verdi denocciolate in salamoia

Io, prima di mettere a lievitare il panetto per circa 3 ore faccio sempre un segno di croce sull’impasto come faceva mia nonna.
Taglio a pezzetti le olive e poi li divido in sette piccoli panetti che adagio in teglia ricoperta di carta forno, spennello in superfice con acqua e cospargo di semini di sesamo.
Cuoci i panini in forno a 175° ventilato per circa 30 minuti, finche non prendono colore.
(Invece le pizze le cuocio a 250° ventilato finche non sono cotte).

La mia pizza margherita con pomodoro e bocconcini di bufala.



La mia pizza con pomodoro, tonno e cipolle.



I paninetti.....



Croccanti in superfici, morbidissimi dentro, sono i paninetti che adoro divorare quando al ritorante li portano nel cestino....Le olive li rendono già completi così, ma il sesamo li rende ancora più acattivanti al morso!!!!


16 commenti:

  1. Ciao Elena mangerei tutto il cestino di questi ottimi panini benedetti e le pizze...mmmm amo la pizza.Bello anche il racconto della tua amica,non bisogna mai stancarsi di credere ai sogni,il motore che muove la nostra vita è la passione!
    Buona serata e grazie per il tuo commento ;)
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si mai smettere di crederci soprattutto quando si è in corso e tutto sembra remare contro...anche io sono contenta quando riesco a raccontare belle storie...

      Elimina
  2. Tanto di cappello alla tua amica, io ammirò tanto le persone che credono in se stesse e lottano per ottenere quello che vogliono, non posso che imparare da questa tua storia, anzi tutti dovremmo imparare perché oggi quello che maggiormente manca alle persone e' la fiducia nelle proprie capacità!
    Bravissima per i panini, qualche idea in più per la merenda dei nostri marmocchi non fa mai male, ciao Ele, buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lei si è dimostrata una persona molto determinata ma anche molto fiduciosa nelle proprie capacità...mi ha detto che soprattutto quando insegna cerca di trasmettere questa fiducia alle sue allieve...e poi si hai ragione, anche per una merenda gustosa questi panini potrebbero andar bene...Buona settimana a te!!!!

      Elimina
  3. Ciao Elena, grazie per averci allietato con questa bellissima storia e grazie per questi deliziosi panini, anche io il sabato impasto spesso la pizza, mi manca fare il pane quotidianamente spero un giorno di riuscirci sarebbe una bellissima soddisfazione. Un abbraccio Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Emanuela che sto scoprendo un sacco di persone che da nord a sud, l'ultima una mia collega di Lecce, che il sabato amano impastare la pizza per la sera??? Poi con i gusti ci si può davvero sbizzarrire..... Un abbraccione!!

      Elimina
  4. Complimenti alla tua amica, la realizzazione personale secondo me è sempre un'ottima cosa. Ottimi i tuoi panini e la pizza è spettacolare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le girerò i vostri complimenti quando le dirò che ovviamente mantenedo l'anonimato mi è piaciuto raccontare la chiacchierata di sabato...Baci...

      Elimina
  5. Storie come quelle della tua amica danno tanto coraggio a chi, come me, sta ancora cercando la sua strada, ma teme la fosca palude in cui ristagna il nostro paese... un complimento speciale a te, per le tue attività di panificatrice, che io, da un po', tralascio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Serena, qui tutti abbiamo bisogno di essere incoraggiati, una spintarella di ottimismo ci rende più positive alla faccia di tutto questo fango che, hai ragione,ci stanno facendo vivere per affogarci. Ma noi siamo un popolo dalle mille risorse e riemergeremo alla grande..vedrai!!! Sono sicura che su quella strada presto ci correrai!!!

      Elimina
  6. un post assolutamente irresistibile! Che favola quelle pizze...........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta ti sia piaciuto...

      Elimina
  7. La tua pizza sembra buonissima, la proverò di sicuro :)
    Un abbraccio a te, e anche alla brava mamma e donna coraggiosa di cui ci hai raccontato la storia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti piaccia davvero, un abbraccio grande grande a te...

      Elimina
  8. Delle pizze invitanti e un cestino di panini da consumare subito.
    Chi non lotta per realizzare i suoi sogni parte con mille penalità.
    Buon inizio di settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara, sono felice tu sia passata di qui..condivido quello che dici...bisogna osare e lottare per realizzarsi...Ciao!!!

      Elimina