mercoledì 10 dicembre 2014

Stelle di pasta Brise' con ricotta al limone e gamberetti....un apripasto per le feste!!!


Ormai siamo completamente entrati nell'atmosfera che ci condurra' alle feste ed a casa, come di consuetudine, ci si e' riuniti insieme per la vigilia dell'Immacolata intorno alla tavola, di sera, con una candela accesa e la speranza di trascorrerle tutti insieme.
La mia voglia di sperimentare quanto appreso ai corsi di cucina che sto seguendo ha preso nettamente il sopravvento sulla scelta delle portate da preparare..da un lato e' stato affascinante seguire per qualche sera lo Chef Gaeta cucinare cercando di carpirne i trucchi, dall'altro e' prevalso in me come un senso di necessita' primordiale di mettere le mani in cucina per vedere se ne fossi stata capace anch'io...

....inoltre il fior dei miei candidati che avrebbero provato le portate alla cena della vigilia sarebbe stato terribilmente critico e non avvezzo alle novita', data la mia famiglia legata alle tradizioni, per cui il responso dei loro volti all'atto di assaggio mi ha palesato come debba sentirsi uno Chef che partecipa ad un concorso.... direi...nettamente sulle spine!!
Ho deciso di aprire la cena con un aperitivo e questo mi ha aiutata, mentre era in cottura il risotto, a prender tempo....
Se penso a mia nonna ed a mia zia ed ai loro sottaceti sempre presenti per antipasto e che invece lo Chef ha bandito per un aperitivo mi viene un po' da sorridere perche' ne sarebbero rimaste tremendamente deluse.....era davvero il loro cavallo di battaglia!!
Ma effettivamente accostare un vino sull'aceto fa rabbrividire sommelier e profani ed aprire la cena brindando con un buon bianco e'un atto irrinunciabile.
Cosi', stappando una bottiglia di Marisa Cuomo di Furore, fiore all'occhiello della Costiera Amalfitana, che era stata conservata gelosamente per l'occasione, l'accostamento a delle tartine di Brise' con una delicatissima crema di ricotta aromatizzata con la buccia del limone di Amalfi e gamberetti e' stata una mossa strategica...
..se poi alla Brise' ho deciso di dare la forma di stelline e' stato per dare un tocco di magia al femminile che ha avuto la sua buona parte di clamore.

Come tutti gli scettici la prova della ricotta con il limone e'sembrata ai piu' una mossa azzardata...sfido invece a provarne la delicatezza del gusto ed il contrasto di sapori che ne consolida la scelta!!
Poiche' poi di stelline ne ho tagliate in quantita' generose, ho dato sfogo alla fantasia e le ho ricoperte in parte di paprika ed in parte di semini di papavero... ho notato che la loro presenza in tavola ha frenato la corsa alla nostra voglia Campana di afferrare subito un pezzo di pane che dona sazieta' e toglie il giusto spazio alle portate in arrivo.

Ingredienti per la Brise':
200 gr. di farina
100 gr. di burro
70 ml di acqua ghiacciata
sale un pizzico (opzionale perche' senza si esalta di piu' la farcia, forse per i salatini semplici andrebbe aggiunto).

Ingredienti per la farcia:
200gr. di ricotta di mucca
1 filo di olio EVO
la scorza di un limone grattugiata
20 gamberetti
 

Procedimento:
Incorporare lentamente alla farina il burro ammorbidito. Aggiungere lentamente l'acqua ghiacciata (il ghiaccio dara' il vapore in cottura) che donera' elasticita'' alla pasta in lavorazione. Non e' una pasta sbriciolata coma la frolla ma deve risultare liscia e lavorabile.
Una volta pronta va avvolta in pellicola da cucina e va lasciata in frigo per almeno 40 minuti (perche' essendo incordata deve snervarsi).
Passato il tempo del frigo viene stesa abbastanza sottile e si da la forma desidetata (io di stelline natalizie). Infornare su teglia rivestita di carta forno a 180*-200* statico per 10-15 minuti circa.
Nel frattempo passare la ricotta con la schiacciapatate ed aggiungere la scorza di limone grattugiata e poco olio EVO. Mescolare il tutto.
Passare in padella con un leggero filo d'olio EVO i gamberetti per scottarli su entrambi i lati. Assemblare le stelline raffreddate con ciuffi di crema di ricotta aiutandosi con una sac a poche e rifinire con il gamberetto.

Le stelline restanti possono essere infornate con aggiunta in superficie, bagnata con una goccia di acqua, di paprika o semini di sesamo o come la vostra fantasia vi suggerisce.
Si conservano in una scatola di latta morbidi per giorni.

Le stelline a cena son finite tutte... e con questo apripasto vi auguro buona settimana...

9 commenti:

  1. Bellissime queste stelline, sai che mi ispira tanto la ricotta aromatizzata al limone?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Paola ti consiglia di provarla perche' e' davvero sorprendente!!!!

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Scusa, sono svenuta dopo "Marisa Cuomo".
    Cos'è successo dopo? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto troppo ridere...pero' devo ammetterlo, quel vino e' fenomenale!!;-)

      Elimina
  4. Che carini, perfetta da sgranocchiare in una giornata di festa. Molto sfiziose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dei veri stuzzichini....come dei ritz;-)

      Elimina
  5. In effetti la giardiniera da accostare ad un vinello è durissima ma comunque sia io sto dalla parte dei tuoi parenti perchè anche la mia mamma la mette sempre a tavola ^_^ !Per la tua ricetta mi sfizia l'accostamento ricotta e zeste di limone che deve essere stimolante e interessante lo proverò! Ciaoo cara un abbraccio e felice giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Annalisa, i piu' storcevano il naso perche' pensavano fosse un contrasto il limone con il latticino...invece e' buonissimo....baci

      Elimina