domenica 17 marzo 2013

Tagliatelle con ceci, pancetta affumicata e funghi...come realizzare i propri sogni...



Chi di voi non ha un progetto, piccolo o grande da voler realizzare?
C'è chi li chiama "sogni", chi "desideri", chi li considera "obiettivi" da raggiungere, ma tutti ne abbiamo più di uno, ne abbiamo un bisogno ancestrale.
A qualche sogno diamo maggiore priorità, qualche altro sogno lo si tiene chiuso in un cassetto e magari a volte ci si sbircia dentro, in attesa di cosa?? Forse si ritiene non sia il momento, o forse non se ne ha il coraggio, o forse non è proprio così importante come sembrerebbe...chissà...
Fatto sta che arriva "il momento" in cui quel sogno si vorrebbe proprio divenisse realtà ed allora le proprie energie sembrano incanalarsi tutte in un' unica direzione, la nostra mente sembra non riuscire a pensare ad altro, la propria prospettiva appare abbastanza chiara...
C'è una formula, non proprio matematica,che mi è stata presentata e che mi ha aperto un pò le idee, o forse ha solo cercato di mettermele un pò in ordine, e che da un pò di tempo confronto con il mio agire se sto inseguendo qualche obiettivo da raggiungere, se sto progettando qualcosa, sia essa una cosa banale, sia esso un obiettivo più ambizioso ed elaborato.
Lo condivido qui con voi se avete un pò di tempo...

La formula, io direi la ricetta, ha i seguenti ingredienti:

PASSIONE+VISIONE+AZIONE= fare CENTRO!!!

Questo non è affatto un discorso banale perchè quando nel nostro agire c'è solo uno di questi tre ingredienti o anche due insieme senza il terzo, la realizzazione non è tanto scontata...è un pò come se mancasse lo zucchero o la farina o peggio ancora le uova per realizzare un buon dolce...
Innanzitutto perchè ci vuole PASSIONE? Perchè senza cuore non si va da nessuna parte, questa è la parte più tenera, romantica, ma anche intuitiva del progetto.
Poi è necessaria la VISIONE, ovvero vedersi raffigurato nella mente il progetto già realizzato...ed anche VISIONE nel senso di fare una cosa oggi che possa essere utile per tutto il progetto, non agire mai solo per ottenere tutto e subito oggi, ma agire anche in più step tutti utili in virtù di una realizzazione completa futura.
Infine l'AZIONE, ovvero che ci sia quello scatto che, se pur faticoso, non può mancare perchè tutto resti sulla carta o nella propria mente o che ci si aspetti scenda dal cielo...dobbiamo agire perchè il sogno si realizzi concretamente attraverso i nostri sforzi!
Una cosa che mi ha molto colpito è poi questa:
Chi agisce con PASSIONE e VISIONE ma senza AZIONE,sarà un SOGNATORE, ma tale resta, senza realizzare nulla.
Chi agisce con VISIONE e AZIONE ma non ha PASSIONE sarà un REALISTA che rischia di fermarsi davanti agli ostacoli perchè gli manca il FUOCO e LA PANCIA necessaria per OSARE!!!
Chi agisce con PASSIONE ed AZIONE ma senza la VISIONE rischia di essere IMPETUOSO, ISTINTIVO ma mancherà quella progettualità e concretezza che lo aiuterà nel realizzare i propri sogni!!!
Facciamo un esempio piccolo ma concreto per chiarire: questo blog è nato per la passione che ho del cibo, della cucina, ma anche del chiacchierare tanto con gli altri e del condividere....ve ne sarete accorti....poi c'è stata la visione, questo blog me lo sono immaginato anche la notte, ho programmato step by step la realizzazione perchè non sapevo neanche da dove partire e come poteva essere, cosa ci sarebbe stato....infine l'azione...l'ho creato ed ancora agisco ogni giorno con il pensiero di cosa creare, cosa scrivere....
e così tanti e tanti altri progetti potrebbero nascere così....

Detto questo, passo alle mie tagliatelle, un piatto che mi è stato raccontato, sai di quelle ricette che qualcuno ti racconta di aver mangiato e tu te lo immagini formarsi tra le mani, ne immagini il sapore che potrebbe venir fuori e poi se ne resti soddisfatto....insomma ne è valsa la pena!!!!
Ho usato i funghi secchi piemontesi che conservo in barattolo, la pancetta speziata al rosmarino che Albi ha acquistato a Casalbore (Avellino) dal produttore di carne a Km0 dove ormai ci serviamo per avere carne bovina e suina di un sapore eccezionale....ed infine l'aggiunta di ceci che rendeva il piatto veramente completo!!

Ingredienti:
250 gr. di tagliatelle all'uovo (pasta RUMMO di Benevento)
50 gr. di funghi secchi piemontesi da rinvenire in acqua per 10 minuti
200 gr. di ceci già lessati
70 gr. di pancetta speziata al rosmarino
1 rametto di rosmarino
1 porro
3 cucchiai di olio EVO
sale



In una pentola versare l'olio, i porri lavati, privati della parte verde finale e tagliata a rondelle, la pancetta tagliata a cubetti ed i funghi reidratati in acqua.
Far soffriggere il tutto 5 minuti ed aggiungere i ceci ed il rametto di rosmarino. Far insaporire il tutto e spegnere.
Cuocere la pasta in acqua salata secondo i tempi riportati sulla confezione. Al dente alzarli dall'acqua di cottura con un forchettone trasferendoli nella pentola contenente i funghi ed il resto. Amalgamare per 1 minuto e servire.

C'era un sapore burroso di ceci misto agli odori di bosco nel piatto. La sapidità della pancetta dava un tocco saporito al tutto.....provare per credere!!!!
Buona settimana....e buoni sogni da realizzare a tutti voi!!!!

14 commenti:

  1. Ciao Elena :) Grazie per essere passata da me e complimenti per il tuo bel blog. Sei campana? Io sono napoletana :) Queste tagliatelle devono essere deliziose, mi piace l'abbinamento di sapori... proverò! Il post è bellissimo, sono dell'idea che se vogliamo realizzare i nostri sogni dobbiamo necessariamente agire... c'è un tempo per sognare e uno per agire... nel senso che il sogno aiuta, la visualizzazione dello stesso, anche... ma poi bisogna passare all'azione seguendo l'ispirazione... ecco, io la penso così... e la passione è fondamentale, l'amore che mettiamo in ciò che facciamo è il motore! (forse ho espresso il pensiero in maniera contorta ma spero di essermi spiegata! :D) Ti aggiungo nella blogroll ;) Baci e a presto, buona settimana anche a te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sono di Salerno ed il mio compagno è di Napoli...felicissima di averti scoperto stasera grazie alle bimbe che dalla torta con il pulcino pio hanno voluto scorrere all'indietro tutte le meraviglie che crei. Sono contenta che questo post ti sia piaciuto, era da tanto che avevo voglia di scriverlo...vedo la pensi allo stesso modo e ti sei spiegata benissimo... Già ti ho aggiunto anch'io al blogroll per non perderti più di vista!! Un abbraccio!!

      Elimina
  2. Mi è piaciuto molto il tuo post; per quanto riguarda la ricetta è veramente sfiziosa, poi la pasta Rummo è squisita. Buona settimana Elena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta ti sia piaciuto..ah conosci la pasta Rummo? La usava mia nonna ed ora che l'ho ritrovata lavorando a Benevento sto provando tutti i formati.. un bacio

      Elimina
    2. Conosco la pasta Rummo ed è spettacolare, ho mangiato una volta delle linguine con un sugo di vongole e pistacchi a casa di amici, una delizia!

      Elimina
  3. Ciao Elena, che dire? Tu ogni volta fai centro e scrivi delle parole bellissime....si sente che sei una che crede molto nelle proprie capacità e questo lo ammiro tanto, come ammiro la tua forza e determinazione....anche se non ti conoscono vedo molto di me in te e in quello che scrivi, grazie per le tue lezioni di vita e autostima....buonissime queste tagliatelle! Un abbraccio, Maddy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bella opportunità avere un blog dove condividere con voi un pò tutto quello che di più carino o forte o interessante ci sia giorno per giorno da raccontare. Nella vita quotidiana mi metto spesso in discussione e credo che chiunque si dia da fare per qualcosa lo faccia...certo la prossima volta cercherò di essere un pò più leggerina...un forte abbraccio!!!

      Elimina
  4. Bellissimo post che condivido in pieno ...la motivazione e la passione in quello che si fa sono elementi fondamentali per la riuscita di un progetto... sarà anche per deformazione professionale... io mi occupo di formazione motivazionale e statistiche chiare confermano che una persona motivata ha il 70 % di possibilità in più di riuscire in quello che vuole.... c'è poi l'azione, step fondamentale... insomma che i sogni non restino solo a livello latente... ci vuole un gran fisico per correre dietro ai sogni scriveva Benni... condivido!! splendide le tue tagliatelle! complimenti:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, piacere di conoscerti, che bello il tuo lavoro, voi coach che formate le persone per avere motivazione avete credo fatto prima un bel lavoro su di voi...son contenta ti siano piaciute le tagliatelle...ho dato una sbirciatina al tuo blog...complimenti a te direi..

      Elimina
  5. Ciao Elena, quello che hai scritto è assolutamente vero e mi fa tanto piacre che tu l'abbia condiviso con noi. Anche perchè ognua di noi infondo in fondo ha un piccolo grande sogno da realizzare e una spinta non fa mai male.Sono venuta per la pasta (ottima) e mi ritrovo a leggere consigli di vita. Un abbraccio Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contenta di darti una spintarelle, ti auguro di realizzare tutti i tuoi piccoli grandi sogni...Baci grandi grandi...

      Elimina
  6. Ciao Elena i miei complimenti per tutto ! e grazie per aver visitato il mio blog,vorrei unirmi al tuo e seguirti così non ti perdo di vista ma dovresti mettere la funzione se la cosa ti può interessare,ottimo il tuo piatto mi piace parecchio!
    Zagara & Cedro

    RispondiElimina
  7. Ti ringrazio tantissimo di avermi aggiunta al tuo blogroll,io non ho ancora la funzione,quando la metterò ricambierò senz'altro e con simpatia ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, mi ha fatto proprio piacere. Ciao :))

      Elimina