lunedì 3 marzo 2014

Chiacchiere di Carnevale e cioccolatini Arlecchino....tutti intenti a friggere e festeggiare!!!

Lo so, lo so che chiunque abbia un minimo di amor proprio per sè e per la propria cucina, per i propri abiti e per tutto ciò che sia capace di assorbire quella nuvola sprigionata dalla frittura, se ne guarda bene di mettersi ai fornelli in questi giorni...
Tutto si presenta grasso e insano, zuccheroso e cioccolatoso....ma fatemelo dire...tanto tanto buono!!!
Complice un’aria tutt’altro che primaverile, la pioggia di sabato ci ha imprigionate in casa dalla mattina...
impossibile mettere un dito anche fuori al balcone perchè lo scroscio di pioggia cercava di entrare portando con sè umidità e malumore...
Ed allora con le bimbe ci siamo industriate...se le chiacchiere zuccherose non potevano arrivare dal saccheggio di una pasticceria vicina tanto valeva prodursele in casa, con un pizzico di allegria e qualche cucchiaio di strutto che nelle case Campane in questo periodo non manca mai.
Si, perchè qui ci sarà per ognuno qualche conoscente che abbia ucciso il maiale facendone cose buone..o l’alternativa è la vetrina del macellaio di fiducia che straborda di sugna e ciccioli in maniera altrettanto generosa.
E se Carnevale vuol dire abbondanza di cose buone non può essere questo il momento più adatto per imbandire una tavola come golosità comanda??...
In ogni parte d’Italia le Chiacchiere Campane hanno un nome diverso, ma ovunque il sapore è quello dolce e croccante di pasta fritta ricca di bollicine formatesi in cottura nell’olio bollente.. il vizio capitale necessariamente si completa gettandole in una salsa di cioccolato!
Ingredienti: (per me la regola del 3!!!)
300 gr. di farina 00 (più altra per rendere la pasta non appiccicosa ma lavorabile)
3 cucchiai di zucchero
3 uova
3 cucchiai di strutto
1/3 di bicchiere di grappa (o vino dolce frizzante)
Buccia grattugiata di limone
Olio per friggere in una padella più 3 cucchiai di strutto sciolti in esso
Zucchero a velo per decorare
Procedimento:
Versare tutti gli ingredienti in un recipiente e dopo amalgamati passarli su un tavolo da lavoro per impastare meglio. Lasciare riposare l’impasto per una quindicina di minuti.
Formare delle striscie di pasta da passare nella macchinetta della pasta prima a massima larghezza per tre volte e poi facendone una pasta più fine.
Tagliare striscie con la rondellina formando le chiacchiere. In ciascun rettangolino creare un’altra incisione e passare uno dei due lati nel mezzo...la chiacchiera verrà più leggera e gongia.
Immergerle nell’olio caldo e strutto e friggerle fino a doratura. Passarle su carta assorbente ed una volta fredde adagiarle in un vassoio cosparse di zucchero a velo. Accompagnare con salsa di cioccolato.
Ma le bimbe venerdì tornarono da scuola anche con una ricetta della maestra dei cioccolatini Arlecchino e mi chiesero di provare a farli.
Buoni, semplici, senza cuocerli, veloci...si possono tenere in frigo e mangiarli al passaggio...aprendo il frigo!!!
Ingredienti:
10 biscotti da colazione
100 gr. di burro ammorbidito a temperatura ambiente
100 gr. di mascarpone
4 cucchiai di cacao
Confettini colorati
Procedimento:
Ridurre in polvere i biscotti. Aggiungervi tutti gli ingredienti tranne i confettini. Formare delle palline con le mani ed immergerle nei confetti. Farli riposare almeno due ore in frigo prima di mangiarli.
E per domani, Buon Carnevale a tutti...sapete l’allegria è, come tutte le cose belle, contagiosa....quindi un piccolo consiglio, anche se non ne avete voglia,...cercate il contagio!!!!

12 commenti:

  1. Io niente fritto quest'anno. Il solo pensiero di aver l'olezzo di frittura in giro per casa per giorni mi ha tenuto lontana da frittelle e crostoni. Sarei curiosa di assaggiarle con lo strutto, molto curiosa. Qui non usa per nulla, non saprei nemmeno dove trovarlo. Che belle le tue bimbe !!!! Chissà quanto si son divertite a tirar la pasta da fare i cioccolatini. Altamente pericolosi perché ad oggi passaggio davanti al frigo ne avrei preso uno. Ciao, Elena ! Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero non usate lo strutto nelle preparazioni pasquali? Qui si usa anche per la frolla della pastiera napoletana e per il casatiello ripieno rustico...Grazie per le bimbe!!! Baci Cri!!

      Elimina
  2. Noooo!!! Le bugie (da noi si chiamano così) tuffate nel cioccolato devono essere una prelibatezza, noi le abbiamo fatte l'anno scorso, ma senza cioccolata. I cioccolatini arlecchino sono intriganti, me li segno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Paola questa era una salsa a cioccolata comprata a Portici (Napoli) in pasticceria....buonissima...mmmm!!!

      Elimina
  3. Dolcissima Elena, buon Carnevale! Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Rosy per esser passata di qui!!; )

      Elimina
  4. Questo è un post super carnevalesco un trpudio di colori e sorrisi. Le tue chiacchiere hanno un aspetto magnifico! Buon fine settimana cara. Un saluto Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu...sempre un piacere sentirti!!!!

      Elimina
  5. Ormai carnevale è passato, ma gli arlecchini rientrano nelle mie corde anche in quaresima... descrivi sempre delle bellissime atmosfere, i tuoi post danno allure anche alla pioggia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si questi cioccolatini sono stati una scoperta anche per me che non ne preparo mai....baci Sere!!!

      Elimina
  6. Che bontà e come sono venute bene le tue ricette....sicuramente merito delle aiutanti che hanno svolto un grande ed importante lavoro!!Ciao carissima buona settimana ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si le bimbe sono state bravissime....grazie Annalisa per esser passata !!! Baci!!

      Elimina